STATEMENT

"La mia ricerca artistica nasce dal bisogno di comunicare il mio amore per la vita in tutta la sua effimera bellezza attraverso cromatismi materici. Cerco di donare all’osservatore le mie emozioni, di condividerle e dar loro una vita al di fuori di me.
La mia manualità nasce in famiglia, dove ho subito da sempre il fascino delle mani di mia madre che danzavano con l’ago e con il filo proprio come fa un pittore con i suoi pennelli, mentre la curiosità di confrontarmi con un dipinto regalatomi mi ha portato a mettere mano da autodidatta ad acquarelli e tempere.
Ma è grazie alla collaborazione con una multinazionale nel campo della cosmesi che ha origine il mio percorso artistico vero e proprio: quel mondo creativo, affascinante, ricco di stimoli e di scambi relazionali, con i suoi colori e le sue forme, mi porta a sviluppare una mia tecnica personale che amo definire “Pittoscultura”.
Questa tecnica si basa sull’utilizzo di materiali naturali che, incontaminati, vengono trasformati e trovano nuova vita sulle tele che si animano di sensazioni e stati d’animo.
Fondamentale nel mio linguaggio artistico è la ricerca e l’utilizzo del colore in tutte le sue sfumature che fa vibrare di luce e significato ogni opera.
Il mio lavoro si divide tra figurativo e astratto e i temi spaziano dall’introspezione dell’animo umano all’esaltazione della figura femminile senza mai dimenticare il mondo naturale e l’influenza della mia Terra. Nasce cosi la mia ispirazione: da quello che mi circonda, da ciò che osservo, da ciò che mi trasmette emozioni."

L’Arte e gli Elementi Naturali

"Tutte le mie creazioni sono il frutto di una ricerca artistica basata sull'utilizzo di materiali naturali che spaziano da lana sarda allo spago, dalla terra alla sabbia e ghiaia che applico su dei supporti creati con le dimensioni adatte ai vari ambienti di destinazione, divenendo cosi delle vere e proprie tele in grado di offrire una esperienza visiva, tattile e sensoriale. "

-

"All my creations are the result of an artistic research based on the use of natural materials ranging from Sardinian wool to twine, from earth to sand and gravel that I apply on some supports created with the appropriate dimensions to the various destination environments, thus, becoming true canvases able to offer a visual, tactile and sensorial experience."

Inventario20 - Biennale Fiber Art 2021 - Samugheo (Museo Murats)

D I S T A N Z I A M E N T O – 2020

"L’opera è un distico di solitudine e di vicinanza. Un binomio uomo-donna ricostruito all'interno degli spazi imposti dal distanziamento sociale, spazi interiori ed esteriori in continua ridefinizione. Le pareti delle camere, all’interno della stessa casa, si trasformano in un rifugio dove rannicchiarsi in una dimensione inesplorata. I muri divisori celano, dentro gli appartamenti confinanti, solitudini intoccabili. Quest’opera è così una pariglia di chiaroscuri, luci ed ombre, di questo Covid beffardo che gioca a nascondino, appare e scompare in una giostra di lockdown attesi e inattesi. Le superfici si trasformano in contenitore dove ritrovare nuovi contatti o sancire nuove lontananze. Si sperimentano nuove forme di relazione in questi mesi stravolti, ma è sopra ogni cosa la distanza fisica che segna i giorni che scorrono, vissuti da ciascuno senza potersi scorgere e sporgere troppo oltre la cornice che delimita il ritratto della propria condizione."
(Sara Cossu)

The Artist Show - 2019

Some Details...